FORMAZIONE SPIRITUALE

 

Il responsabile del Progetto ha guidato un cammino alla luce della Parola di Dio, che partendo dalla parabola di Zaccheo (Lc 19,1-10), porta i detenuti ad accogliere l’invito di Gesù a fermarsi e meditare sull’uomo nuovo di cui parla San Paolo. 

Con incontri collettivi i detenuti hanno espresso i loro desideri, quelli che hanno avuto nella loro vita, che li hanno spinti a fare qualcosa in particolare, quelli “veri” e quelli falsi; le difficoltà, che hanno dovuto affrontare e superare per poter realizzare un loro desiderio, le opportunità mancate loro, per realizzarlo, la motivazione che ha fatto superare loro le eventuali difficoltà.

Hanno raccontato i loro incontri, quelli importanti della loro vita, sia in senso positivo sia in senso negativo, riflettendo sui cambiamenti di mentalità e sugli atteggiamenti da acquisire, per riparare alle illegalità commesse.

Hanno avuto incontri individuali, hanno preso parte a incontri di preghiera, organizzati dal movimento del “Rinnovamento nello Spirito e dalla Comunità di Santo Egidio, insieme alla comunità parrocchiale di San Francesco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incontro con i giovani per la pace della Comunità di S. Egidio

 

Nell’ambito di questo percorso spirituale i detenuti hanno progettato, realizzato e animato un presepe vivente allestito presso la parrocchia di San Francesco d’Assisi, con la collaborazione della comunità ecclesiale, esprimendo il loro desiderio di rinascita e animando con quest’attività la comunità nel periodo di Natale.